La Vallagarina al centro della manovra di bilancio – di Mara Dalzocchio

La valorizzazione dell’economia turistica della Vallagarina al centro dell’impegno della Lega anche nel corso del manovra di bilancio provinciale. Sono stati approvati nei giorni scorsi tre ordini del giorno che puntano a far si che Rovereto e i comuni limitrofi non siano più considerati come la Cenerentola del Trentino.

I miei Ordini del Giorno hanno avuto come scopo quello di sviluppare, mediante la messa in sicurezza di due strade e la valorizzazione di Castel Beseno, la Vallagarina. L’Ordine del Giorno riguardante il completamento dell’illuminazione notturna di Castel Beseno anche sulla facciata sud-est punta a valorizzare turisticamente uno tra i castelli più belli del Trentino: la facciata di nord-ovest infatti è già stata in passato oggetto di un’opera di riqualificazione mediante l’installazione di un suggestivo impianto di illuminazione esterna, che dona al maniero un notevole impatto visivo durante le ore notturne.

Questo intervento ha però escluso l’altra facciata, visibile transitando sulla strada che collega Calliano e Folgaria. Da tale lato, dopo il tramonto del sole, salta subito all’occhio l’assenza di illuminazione, un buio che non rende di certo giustizia alla bellezza del maniero, soprattutto in confronto all’effetto scenico generato dall’altra facciata illuminata.

La valorizzazione del territorio in chiave turistica passa anche dall’adeguamento delle strade che interessano il territorio della Vallagarina. Per questo motivo mi sono fatta portatrice di un ulteriore Ordine del Giorno, con il quale ho richiesto di giungere al completo adeguamento agli attuali standards viabilistici della S.P. 45 di Isera – Valle S.Felice che porta a Passo Bordala, nel tratto tra Isera e Lenzima.

Un progetto esecutivo per tale intervento giace nei cassetti della Provincia da ormai quasi un decennio, in quanto ritenuto non prioritario dalla Giunta Rossi e accantonato: finalmente ora verrà ripreso in considerazione. Infine è stato approvato un altro mio ordine del giorno che impegna la Provincia, compatibilmente con le risorse finanziarie a disposizione, a trovare assieme al Comune di Luserna delle soluzioni volte a migliorare il tragitto per arrivare nel paese.

Questi ultimi due ordini del giorno porteranno dei benefici in termini di aumento di turisti sia nella Val di Gresta, con l’adeguamento della S.P. 45 di Isera – Valle S.Felice, sia per quanto riguarda l’area di Luserna. Strade non sicure non sono il biglietto da visita migliore per convincere le persone a ritornare in località che devono essere assolutamente valorizzate.

Capogruppo Mara Dalzocchio