Trasporti gratuiti per i richiedenti asilo. Fugatti: “Solo a chi ne ha reale necessità”

Il Governatore della Provincia autonoma di Trento

Il Presidente della Provincia Autonoma di Trento Maurizio Fugatti è intervenuto, come da prassi, nella giornata odierna per rispondere ad un’interrogazione, dello scorso marzo, del Consigliere provinciale di FUTURA 2018, Paolo Ghezzi, fornendo le dovute spiegazioni circa il ritiro di parte delle smart card contactless per il trasporto pubblico concesse gratuitamente ai richiedenti asilo.

Il Presidente Fugatti ha iniziato il suo intervento chiarendo come la Giunta abbia voluto fare un distinguo tra chi ha la necessità di dover circolare liberamente sui mezzi della Provincia e tra chi, invece, ha “esigenze diverse e più limitate”.

Proseguendo Maurizio Fugatti ha poi aggiunto: “questa amministrazione ha ritenuto di commisurare il beneficio della gratuità dei viaggi in relazione ai bisogni specifici dei soggetti beneficiari”. Le tessere, prosegue il presidente, che rispettano le norme sulla tutela dei dati personali, sono state ritirate dai centri che operano in collegamento Cinformi, mentre a Trentino Trasporti la Provincia ha chiesto di produrre titoli di viaggio con scadenza mensile in numero adeguato per gli utenti non beneficiari della libera circolazione”.

Successivamente il Presidente della Provincia di Trento ha chiarito ulteriormente come siano stati limitati gli spostamenti solamente di coloro che non avevano la necessità di viaggiare costantemente, aggiungendo come tale scelta sia stata presa anche per non incentivare l’abuso e l’uso improprio di tale strumento.

“Per coloro che hanno bisogni famigliari, di salute o formativi, le smart card continuano ad essere valide“ha infine concluso Fugatti.