Sanità. Paoli (Lega): “Sanità che funziona solo a parole? Impegno della Giunta è quotidiano”

“Resto basito di fronte alle dichiarazioni della Consigliera Paola Demagri sull’assenza di medici nelle Valli del Noce dato che la carenza di personale sanitario – e la collega lo sa benissimo – è criticità non solo non nuova ma, a ben vedere, causata pure dalla mancata programmazione degli Esecutivi precedenti, da ultimo quello guidato dal Consigliere Rossi, già Assessore alla Salute di Dellai ed ex componente di quel PATT che, oggi come ieri, a parole ha tutte le soluzioni in tasca”.

È iniziata con queste parole la nota con la quale il Consigliere della Lega Salvini Trentino, Denis Paoli, ha voluto commentare le recenti dichiarazioni del Consigliere provinciale del PATT, Paola Demagri, che la scorsa settimana aveva affermato come in diverse zone del Trentino vi fosse una sensibile carenza di medici di base, con la stessa che aveva invitato la Giunta provinciale a trovare una soluzione per risolvere il problema della mancanza di queste figure professionali.

Oggi, il Consigliere Paoli ha voluto replicare a quelle dichiarazioni, evidenziando: “L’esponente del PATT attribuisce dunque a chi è al governo del Trentino da soli tre anni l’incapacità di risolvere criticità che non solo dirigenti ed ex dirigenti del suo partito hanno concorso a causare, ma che già da anni si poteva ben prevedere si sarebbero aggravate, visto che si sapeva che, proprio in questi anni, tanti medici sarebbero arrivati in età pensionabile. Una criticità questa che, beninteso, alla Giunta Fugatti è ben chiara e che si sta facendo il possibile per affrontare non solo nella Valle del Noce”.

L’esponente leghista, a suffragio della sua tesi, ha portato l’esempio della Scuola di Medicina, promossa dalla Giunta Fugatti e inaugurata dall’Assessore Bisesti. Tale scuola, ritenuta una realtà assolutamente nuova per il Trentino, contribuirà a formare molti giovani professionisti “che saranno preziose risorse per il Trentino, che ancora sconta gli smantellamenti della sanità territoriale operati dal centrosinistra, oltre che un grave inverno demografico che le Amministrazioni precedenti non hanno saputo né voluto affrontare con efficacia e che ha gravi ricadute sul sistema assistenziale e sanitario”.

Senza negare l’importanza e la necessità di migliorare e implementare il sistema sanitario trentino, Denis Paoli ha ribadito come l’impegno della Giunta per questo obiettivo sia quotidiano e costante.

“Ma che esponenti politici di partiti che l’odierna situazione, ripeto, hanno direttamente contributo a causare si ergano ora a severi giudici della stessa, ecco, lo trovo paradossale. Capisco infatti che l’opposizione, in Consiglio provinciale, debba fare il proprio lavoro; ma tutto, mi vien da dire, c’è un limite” ha infine concluso il Consigliere provinciale di Lega Salvini Trentino.