Francia pronta alle sanzioni contro la Russia su petrolio, ma l’Ungheria dice di no

aerial view of cargo ship on dock
Photo by Tom Fisk on Pexels.com

L’Ungheria non sosterrà alcuna sanzione sul petrolio e sul gas russo, ha affermato martedì il ministro degli Esteri Peter Szijjarto, ribadendo la posizione del governo ungherese. Questo quanto emerso da quanto pubblicato dalla Agenzia di Stampa Reuters.

Una dichiarazione in netto contrasto con quanto emerso in queste ultime ore. “L’Europa è dipendente dal gas russo, ma la Francia non ne ha bisogno”, lo aveva detto ieri il presidente Emmanuel Macron durante un’intervista a France 5. 

Così se da una parte l’Europa inasprisce l’embargo nei confronti della Russia, lo stesso non si può dire per quanto riguarda l’India. Le esportazioni dell’India verso la Russia sono infatti riprese con container che trasportavano merci come tè, riso, frutta, caffè, prodotti marini e dolci spediti la scorsa settimana, hanno affermato persone a conoscenza della questione. Le banche, guidate dal più grande prestatore russo, Sberbank, stanno facilitando il regolamento del commercio bilaterale spostandosi principalmente attraverso i porti della Georgia.

“Le transazioni stanno avvenendo tramite Sberbank”, ha affermato Ajay Sahai, direttore generale e CEO, Federation of Indian Export Organisations.

Informazioni su michelesoliani 313 Articoli
Laureato in giurisprudenza vive tra Trento e il Lago di Garda. E' giornalista pubblicista e vicedirettore di Secolo Trentino dal 2016.