Politica locale

Circonvallazione ferroviaria di Trento, Rossato (FdI): “Approvato emendamento su attività economiche”

Nel corso della discussione in Consiglio provinciale della manovra finanziaria 2023 è stato approvato l’emendamento, a prima firma della Consigliera provinciale di Fratelli d’Italia Katia Rossato, per garantire un contributo simbolico pari a 5.000,00 Euro ai soggetti titolari di attività imprenditoriali che sono svolte in unità immobiliari non di loro proprietà, il cui mantenimento è incompatibile con la realizzazione della cironvallazione ferroviaria di Trento, a condizione che l’unità immobiliare venga rilasciata in tempi compatibili con l’avvio dei lavori definiti dal soggetto proponente dell’opera.

“Pur nella consapevolezza che, come ribadito recentemente anche dall’Ing. Claudio Bortolotti (mediatore incaricato dal Comune di Trento per facilitare il dialogo e la ricerca di un accordo con i proprietari), attualmente si prevede che nella trattativa, che viene svolta con i proprietari degli immobili, essi si impegnino a firmare un accordo nel quale, mentre garantiscono la restituzione dell’immobile libero da tutto e consegnano le chiavi al momento del rogito, si assumono altresì il compito di cercare agli affittuari una sistemazione alternativa e a rifondere gli stessi delle spese di trasloco sostenute, si è ritenuto importante che la Provincia autonoma di Trento indennizzasse coloro che esercitano un’attività imprenditoriale nella zona interessata dalle demolizioni per la realizzazione dell’opera, in ragione degli investimenti sostenuti con fatica negli scorsi anni dagli stessi per riuscire a svolgere la propria iniziativa imprenditoriale in un luogo che rappresenta uno degli accessi più utilizzati alla città di Trento e dei conseguenti disagi e difficoltà che essi incontreranno nella ricollocazione”, ha affermato la Consigliera di Fratelli d’Italia, Katia Rossato.

E’ infatti da considerare come, probabilmente, tali imprenditori potranno incontrare numerose difficoltà nell’individuazione di una nuova collocazione che garantisca le medesime condizioni favorevoli allo sviluppo di un’attività economica. La ratio è stata quindi quella di supportare queste attività nella ricollocazione, auspicando che esse possano continuare a contribuire a diffondere l’immagine del nostro Trentino come terra ospitale dal punto di vista dell’insediamento dell’attività imprenditoriale.

Secolo Trentino