Biancofiore (FI): “Süd-Tiroler Freiheit incita all’odio razziale”

Michaela Biancofiore, Deputato di Forza Italia, è intervenuta duramente contro il Süd-Tiroler Freiheit, partito locale altoatesino il cui obiettivo è la riannessione dell’Alto Adige all’Austria, non riconoscendo la Provincia come territorio italiano.

Bisogna aprire gli occhi su ciò che sta accadendo in Alto Adige, Provincia Autonoma dell’Italia, Paese fondante dell’Unione Europea” esordisce la Biancofiore in un comunicato stampa. “Il mio è un urlo di dolore e una richiesta d’aiuto: nell’inconsistenza dell’UNAR, utile solo al poltronificio, chiedo invece l’intervento della neonata Commissione Segre e della ‘No Hate Parlamentary Alleance‘ del Consiglio d’Europa“.

La Procura di Bolzano deve intervenire, perché il Süd-Tiroler Freiheit è un partito da dichiarare fuori legge perché al di là dell’arco costituzionale democratico italiano” sostiene la deputata forzista. “Il manifesto affisso davanti gli ospedali dell’Alto Adige, dove si mostra la foto di un cadavere sulla barella morto a detta loro perché il medico era italiano e non sapeva il tedesco, è solo l’ultimo caso del più schifoso incitamento all’odio razziale, alla discriminazione etnica e alla persecuzione della comunità italiana, messo in scena dal partito della Klotz“.

Il manifesto contestato dalla Biancofiore

In Alto Adige nel 2020, in barba allo Statuto che prevedeva la fine della proporzionale etnica nel 2000, i medici non vengono scelti per meriti ma per la lingua che parlano” continua la Biancofiore. “Forza Italia proporrà un’azione penale in merito e mi auguro che aderiscano anche il Ministero della Sanità, l’Assessorato provinciale alla Sanità e l’Oridne dei Medici di Bolzano, oltre alla Procura di Roma“.

Dopo lo sciacquone sull’inno d’Italia, la scopa che spazza via il tricolore, i manifesti che incitano alle bombe sui tralicci, qualcuno si muova contro un partito di ispirazione neonazista, secessionista e offensivo, che porta avanti atti di odio esplicito contro l’Italia, oltre a una diffusione capillare di disprezzo della minoranza italiana” attacca l’Onorevole.

Il paradosso è che i consiglieri del Süd-Tiroler Freiheit sparano tanto contro l’Italia, ma poi vivono grazie agli stipendi e ai fondi erogati al loro gruppo consiliare dallo Stato italiano. Non possiamo più lamentarci se il nostro Paese viene considerato debole e senza orgoglio nazionale, se anche questa speculazione sui morti viene lasciata passare come se nulla fosse” ha concluso la Biancofiore.

1 commento

Comments are closed.