Trento: una via intitolata a Sergio Ramelli

Il gruppo consiliare di Fratelli d’Italia della circoscrizione Centro Storico-Piedicastello di Trento ha presentato una mozione per intitolare una via o una piazza al martire dell’odio politico Sergio Ramelli. “Sergio Ramelli è un simbolo, è un modello per la gioventù, anche a prescindere dallo schieramento politico! La comunità di Gioventù Nazionale Trentino-Alto Adige ha deciso di valorizzare la ricorrenza del suo tragico omicidio proponendo in ogni sede istituzionale una mozione per l’intitolazione di una via o di una piazza alla memoria di Sergio Ramelli, vittima dell’odio politico”. Così si legge in una nota di Francesco Barone, coordinatore regionale di Gioventù Nazionale Trentino-Alto Adige; e noi rappresentanti istituzionali di Fratelli d’Italia abbiamo presentato una mozione proprio in tal senso, con il preciso obiettivo di lanciare un messaggio forte: ognuno dev’essere libero di manifestare le proprie posizioni politiche.Siamo certi che un’auspicata approvazione produrrà solo effetti positivi sulla società attuale: aiuterà, infatti, a lasciarsi alle spalle l’odio e la violenza che hanno flagellato una generazione, senza dimenticare il sacrificio di coloro che hanno dovuto difendere la propria agibilità politica a costo della vita, diventando per noi pietre miliari.
Per Fratelli d’Italia-Gioventù NazionaleCons. Giacomo MasonCons. Antonio Manara