Didattica in presenza, una priorità per Bisesti

Prima campanella senza mascherina dopo due anni di obbligo per i quasi 70.000 studenti del Trentino. Per l’avvio del nuovo anno scolastico l’assessore all’istruzione, università e cultura, Mirko Bisesti, e la sovrintendente scolastica hanno visitato la Scuola Primaria “R. L. Montalcini” di Isera, il Centro di Formazione Professionale Opera Armida Barelli e l’Istituto Tecnico Economico “A. Tambosi” di Trento.

Nel suo messaggio augurale l’assessore Bisesti ha voluto innanzitutto ringraziare tutto il personale della scuola per la dedizione e l’impegno che impiegano giornalmente nel proprio lavoro e si è complimentato anche con gli studenti che hanno dimostrato resilienza e senso di adattamento a situazioni imprevedibili come in occasione della pandemia. L’assessore ha affermato: “La bellezza e la gioia dei volti sorridenti delle ragazze e dei ragazzi della nostra scuola insieme ai loro insegnanti e a tutto il personale del mondo della scuola. Finalmente senza mascherine”.

 Il tour istituzionale dell’assessore all’istruzione, università e cultura e della sovrintendente scolastica ha avuto inizio di buon ora, quando i vertici della Provincia hanno incontrato gli alunni della Scuola Primaria “R. L. Montalcini” di Isera. I bambini presenti hanno accolto le autorità con molto entusiasmo,  hanno cantato e hanno raccontato con simpatia e spontaneità  le esperienze vissute durante l’estate. 

A seguire, la visita istituzionale ha toccato il Centro di Formazione Professionale Opera Armida Barelli di Rovereto. Con l’occasione, l’assessore e la sovrintendente hanno incontrato anche un gruppo di genitori degli studenti  neo iscritti ai percorsi professionali offerti dalla scuola. Con essi hanno ribadito l’importanza del messaggio di corresponsabilità, ovvero l’importanza del patto scuola-famiglia, per agire a livello sinergico nella formazione dell’individuo. Il membro dell’esecutivo provinciale ha poi sottolineato l’attenzione della Provincia a questo segmento dell’offerta formativa, quale parte fondamentale del sistema scolastico. 

La mattinata si è conclusa all’Istituto Tecnico Economico “A. Tambosi” di Trento, dove sovrintendente e assessore hanno incontrato dapprima i nuovi docenti presenti nell’istituto e a seguire gli studenti di due nuovi percorsi formativi, attivi a partire da questo anno scolastico. Il percorso di “management del turismo sportivo” e quello di “programmazione cloud e mobile per l’azienda”  si aggiungono infatti, da quest’anno, alla già ricca proposta formativa dell’istituto. Gli iscritti, 20 per ciascun percorso a numero chiuso, hanno dovuto superare un test d’ingresso. Intrattenendosi con i ragazzi l’assessore ha sottolineato l’importanza dei concetti di passione e di impegno, fondamentali per il raggiungimento dei propri obiettivi.