Anni di piombo. Anniversario del delitto di Sergio Ramelli

Uccidere per un'ideologia

“Sono passati 46 anni dalla scomparsa di Sergio Ramelli. Oggi, come allora, si ripete un dolore che non si affievolisce con il passare degli anni”. Lo ha ricordato in una nota Riccardo De Corato, assessore lombardo alla Sicurezza e consigliere comunale a Milano per Fratelli d’Italia, in occasione del 46esimo anniversario dell’aggressione a Sergio Ramelli, picchiato vicino casa sua da un gruppo di militanti della sinistra extraparlamentare il 13 marzo 1975. Ramelli morì in ospedale a Milano il 29 aprile successivo a causa dei traumi riportati durante l’aggressione dopo giorni di agonia.

Sergio – ha aggiunto De Corato – era un giovane militante del Fronte della Gioventù, massacrato il 13 marzo del 1975 a Milano ad appena 18 anni a colpi di chiave inglese per la sola colpa di aver scritto un tema sui crimini delle Brigate Rosse.

Fonte: askanews scenacriminis savonanews