Attualità

Nuovi modelli di mobilità. de Bertoldi (FDI): “Trentino abbia il coraggio di essere protagonista perché ne ha le capacità”

E' iniziato così l'intervento del Senatore trentino di Fratelli d'Italia, Andrea de Bertoldi, segretario della Commissione Finanze e Tesoro, durante il convegno internazionale di Madonna di Campiglio organizzato da ASECAP e AISCAT sui nuovi modelli di mobilità in Europa.

“Va nella giusta direzione il convegno organizzato da Aiscat ed Asecap sui nuovi modelli di mobilità in Europa e ciò soprattutto in un momento storico difficile per le crisi pandemica ed internazionale, ma pure per la transizione Green che diviene una necessità ambientale“.

E’ iniziato così l’intervento del Senatore trentino di Fratelli d’Italia, Andrea de Bertoldi, segretario della Commissione Finanze e Tesoro, durante il convegno internazionale di Madonna di Campiglio organizzato da ASECAP e AISCAT sui nuovi modelli di mobilità in Europa.

Andrea de Bertoldi ha poi proseguito il suo intervento ricordando come la modernizzazione delle infrastrutture sia una necessità tanto per la sicurezza dei cittadini quanto per lo sviluppo di qualsiasi sistema economico, specificando come queste evidenze si riferiscano perfettamente all’Italia, nazione crocevia tra il Mediterraneo e la mittelEuropa.

Serve più intermodalità, maggior digitalizzazione, maggior interconnessione sia tra l’infrastruttura e i veicoli e sia tra le diverse modalità di trasporto. Il tutto naturalmente con l’ottica di perseguire la sicurezza per gli utenti delle autostrade. La politica non si tiri indietro e soprattutto non dia alibi. Si riconoscano ai concessionari i tempi necessari per poter programmare gli investimenti, quanto mai indispensabili per le ragioni sopra esposte, ma si pretendano garanzie in termini di utilità sociale e sicurezza stradale” ha poi aggiunto ancora il Senatore di Fratelli d’Italia.

In un altro passo particolarmente rilevante del suo intervento, de Bertoldi ha asserito come il Trentino, ospite di questo evento così rilevante, potrebbe ritagliarsi un ruolo di supporto di assoluto rilievo per l’innovazione, grazie anche alla fama di cui godono i poli di ricerca scientifica trentina.

“Invito, quindi, il presidente Fugatti a farsi promotore di un progetto per l’innovazione nei sistemi di mobilità. Il Trentino abbia il coraggio di essere protagonista perché ne ha le capacità” ha infine concluso il Senatore Andrea de Bertoldi.

Secolo Trentino