Politica locale

Fratelli d’Italia – Fugatti: torna la pace, anche se condizionata

Aria di distensione dopo mesi di discussione politica tra Fratelli d’Italia e Fugatti, con i primi che avevano messo in dubbio un secondo mandato del governatore di centrodestra. A comunicarlo il commissario provinciale trentino – Onorevole Alessandro Urzì – che ha incontrato il presidente della Provincia di Trento Maurizio Fugatti.

Un incontro definito cordiale, ma che presenta delle incognite. Innanzitutto Urzì ha rimarcato che vi è un problema per quanto riguarda l’assenza di assessori di Fratelli d’Italia nella Giunta provinciale e si è voluto rimarcare la necessità di ridiscutere su certi temi come la Valdastico, l’ospedale di Cavalese, la rete territoriale della sanità anche se vi sono anche altri argomenti.

Ed in tal senso Urzì ha posto gli incontri di coalizione come le necessità più prossime ed urgenti per favorire fra alleati i necessari chiarimenti.

“Dovremo avere come focus, come Fratelli d’Italia ha sempre ricordato – commenta il commissario Urzì –  il periodo amministrativo 2023/2028, i cinque prossimi anni in cui sarà possibili consolidare progetti avviati dall’amministrazione in corso ma anche fissare nuovi obiettivi e sfide ed aggiornarne alcuni di quelli attuali. E Fratelli d’Italia intende lasciare anche in Trentino la sua impronta nel segno del pragmatismo del nuovo governo nazionale guidato da Giorgia Meloni”.

L’incontro con Fugatti ha toccato numerosi temi che potranno essere inseriti nell’agenda della coalizione già nelle prossime settimane.

Urzì ha espresso a Fugatti la propria personale fiducia legata ad un mandato che è espressione dell’intera coalizione di governo, di centrodestra, nella consapevolezza che il tema del secondo mandato necessariamente, come sempre accade nelle fasi di passaggio da una legislatura all’altra, sarà inevitabilmente argomento di confronto sia a livello nazionale (per il ruolo che esercitano i partiti nazionali, ossatura della coalizione) così come a livello locale dove la stessa maggioranza può contare sul forte e importante appoggio di realtà civiche e territoriali e può immaginarsi, su questo fronte, anche un auspicabile allargamento.

Con il governatore Fugatti Fratelli d’Italia vuole avere un approccio sempre costruttivo e positivo, come nello spirito e nella volontà della squadra di Giorgia Meloni sul territorio, avendo in ogni caso a riferimento i propri valori e le proprie profonde motivazioni sui temi sui quali si è della convinzione debbano essere applicate soluzioni di forte coraggio nell’interesse del Trentino.

Urzì ha assicurato al presidente della Provincia il massimo sostegno sulle tematiche dell’autonomia nell’ambito delle proprie attività parlamentari ed in particolare nella strategica Commissione affari costituzionali della Camera che si occuperà delle eventuali riforme della Statuto.

Secolo Trentino